top of page

ALOPECIA ANDROGENETICA

CALVIZIE COMUNE

L'alopecia androgenetica, comunemente chiamata calvizie maschile, è una condizione comune che colpisce un numero considerevole di persone.

È caratterizzata da una graduale perdita di capelli dal cuoio capelluto.

 

 

La perdita dei capelli è un effetto collaterale comune della terapia ormonale sostitutiva per molti individui transgender che assumono testosterone, ma non tutti.

La perdita dei capelli correlata al DHT può essere un effetto collaterale doloroso della TOS per molti FTM, individui transmasc e non binary.

Tuttavia, ci sono diverse opzioni disponibili per arginare il problema.

Lavorare con il proprio endocrinologo e dermatologo per esplorare le opzioni per la gestione della caduta dei capelli è importante, in quanto possono aiutare a determinare il piano di trattamento più efficace per ogni individuo.

Mentre la caduta dei capelli può essere difficile da affrontare, è importante ricordare che si tratta di un effetto collaterale comune della terapia ormonale sostitutiva e che ci sono modi per mantenere un'immagine positiva di se stessi durante il processo di transizione.

image.png

DHT - DIIDROSTERONE

Il DHT è un ormone che si crea quando il testosterone viene convertito dall'enzima 5-alfa reduttasi.

 

Sebbene il DHT svolga un ruolo cruciale nello sviluppo delle caratteristiche maschili, come la crescita dei peli sul viso e una voce più profonda, può anche causare la perdita dei capelli.

Il DHT si lega ai follicoli piliferi e li fa restringere, il che può portare alla caduta dei capelli nel lungo periodo.

LA SCALA NORWOOD

La scala Norwood, nota anche come scala Hamilton-Norwood, è un sistema di classificazione comunemente utilizzato che assiste gli operatori sanitari nell'identificazione e nel trattamento della calvizie maschile.

La scala utilizza una serie di immagini per rappresentare i vari gradi di caduta dei capelli, dallo stadio 1 (meno grave) allo stadio 7 (più avanzato).

La calvizie maschile progredisce attraverso sette stadi.

 

Nella prima fase, l'attaccatura dei capelli appare più giovanile.

 

Nella seconda fase, l'attaccatura dei capelli matura e si allontana leggermente dall'attaccatura giovanile.

 

Nella terza fase, diventa evidente la perdita dei capelli dall'area della corona.

 

Nella fase 4, la perdita dei capelli dalla zona della corona diventa più grave e inizia a comparire una zona calva sulla parte superiore del cuoio capelluto.

 

Nella quinta fase, la zona calva diventa più estesa e la perdita dei capelli alle tempie diventa più grave.

 

Nella sesta fase, solo una sottile striscia di capelli separa la zona calva sulla parte superiore del cuoio capelluto ed i capelli rimasti lungo le tempie.

 

Infine, nella settima fase, rimane solo una fascia di capelli a forma di ferro di cavallo sui lati e sul retro del cuoio capelluto.

FARMACI

Ci sono vari farmaci disponibili per il trattamento della calvizie maschile.

Il farmaco più comunemente usato è la finasteride, un farmaco orale che riduce il livello di DHT (diidrotestosterone) nel corpo, l'ormone responsabile della caduta dei capelli negli uomini cisgender e transgender.

Un altro farmaco è il minoxidil, una soluzione topica che stimola la crescita dei capelli. Questi farmaci sono efficaci nel rallentare o arrestare la caduta dei capelli, ma i loro risultati richiedono un uso continuo.

È importante notare che i farmaci potrebbero non funzionare per tutti e potrebbero avere effetti collaterali.

Ad esempio, la finasteride può causare disfunzioni sessuali, mentre il minoxidil può causare irritazione del cuoio capelluto.

Pertanto, si consiglia di consultare il proprio medico prima di iniziare qualsiasi cura.

L'olio di rosmarino è stato usato per secoli come rimedio naturale per combattere la caduta dei capelli.

Si ritiene che le sue proprietà antinfiammatorie aiutino a migliorare la salute del cuoio capelluto e stimolino la crescita dei capelli.

Per applicare l'olio di rosmarino, mescolane diverse gocce con un olio portante, come l'olio di cocco o di jojoba, e massaggialo sul cuoio capelluto.

Questo aiuta a migliorare la circolazione del sangue al cuoio capelluto, che può favorire la crescita dei capelli.

L'olio di rosmarino può anche aiutare a ridurre la forfora e prevenire l'irritazione del cuoio capelluto.

Inoltre, ha un profumo gradevole che può lasciare i capelli freschi e puliti.

È importante notare che mentre l'olio di rosmarino può essere efficace per alcune persone, potrebbe non funzionare per tutti.

Oli essenziali
Trattamento per capelli

TRAPIANTI

Il trapianto di capelli è una procedura chirurgica che prevede la rimozione dei follicoli piliferi da un'area della testa, tipicamente la parte posteriore della testa, e il loro trapianto nell'area calva.

Questa procedura ha guadagnato popolarità nel corso degli anni come soluzione permanente per la calvizie maschile, fornendo risultati dall'aspetto naturale.

Tuttavia, può essere costoso e richiedere più sessioni per ottenere il risultato desiderato.

È fondamentale selezionare un chirurgo qualificato ed esperto per garantire il successo della procedura.

MICRONEEDLING E MASSAGGI

Il microneedling è una procedura che prevede l'uso di un piccolo rullo con minuscoli aghi per perforare la pelle del cuoio capelluto. Questo stimola la produzione di collagene e il flusso sanguigno, che può favorire la crescita dei capelli.

La procedura è minimamente invasiva e può essere eseguita in uno studio medico o a casa.

Tuttavia, è importante notare che la procedura può risultare difficile da praticare e potrebbe richiedere diverse sessioni per ottenere i risultati desiderati.

Massaggiare il cuoio capelluto può aumentare la circolazione del sangue ai follicoli piliferi, fornendo loro i nutrienti e l'ossigeno di cui hanno bisogno per crescere e prosperare.

Questo miglioramento del flusso sanguigno aiuta anche a eliminare le tossine e i prodotti di scarto dal cuoio capelluto, che possono ostacolare la crescita dei capelli.

3-5 (1).webp
bottom of page